Motociclisti pericolosi sulle nostre strade

Un post di un anno fa circa tratto da cavarzere.blogolandia.it che riporta alcune testimonianze di estrema civiltà della categoria. Un post che consiglio in modo particolare a tutti i centauri affetti da vittimismo. Molto interessanti anche i commenti al post.

Venerdì mattina lungo la strada che da Loc. Ca’ Labia porta a Loreo, costeggiando poco più avanti lo scolo Botta, si è verificato un incidente. Un auto stava affrontando una svolta a sinistra in una piccola stradina, iniziata la manovra con dovuta freccia di segnalazione da dietro è arrivata però una moto a tutta velocità che si è letteralmente buttata in sorpasso. L’impatto è stato inevitabile e molto violento contro la fiancata sinistra dell’auto che ormai si stava già accingendo ad imboccare la stradina. Tutto si è svolto nel giro di pochi secondi, un forte rumore in avvicinamento ed il violento impatto. La prima preoccupazione degli occupanti dell’auto è stata quella di chiedere al motociclista come stesse, domanda che non ha avuto risposta. La moto si è piantata nella fiancata dell’auto rimanendo in piedi, questo ha permesso al motociclista, chissà con quale forza dopo un urto del genere, di estrarre la moto incastrata, indietreggiare ed alzarsi la visiera, in apparenza per posteggiare la moto per valutare i danni e richiedere l’intervento di eventuali soccorsi. Pochi attimi invece per saltare nuovamente in sella alla moto, ancora accesa, e fuggire a gran velocità facendo perdere le tracce. A poco è servito l’inseguimento della stessa auto incidentata. Un pirata della strada che non si è preoccupato di verificare le condizioni degli occupanti dell’auto, che per fortuna non hanno riportato conseguenze. Ricorderete qualche anno fa la stessa strada, teatro di un altro incidente in cui una moto colpì un signore in bicicletta facendolo cadere a terra procurandogli ferite gravi. Anche in quell’occasione il motociclista riuscì a fuggire e far perdere le proprie tracce, per fortuna dopo un lungo periodo il povero ciclista riuscì a riprendersi.
Sabato poi, nel tardo pomeriggio, mi trovavo personalmente a percorrere la strada arginale dell’Adige, dal senso opposto è arrivata una moto nera a tutta velocità, guardando nello specchietto retrovisore ho visto che ha sorpassato a grande velocità le auto che avevo appena incrociato. Pochi minuti dopo è ritornata indietro, sempre a velocità elevata sorpassandomi ad almeno i 180 – 200km/h, in pochi secondi è sparita affrontando le tante curve pericolose della strada arginale già luogo di gravi incidenti nelle acque dell’Adige e dove il divieto e il buon senso impongono di non superare i 70km/h.
Per una terza volta è ritornata ancora indietro, poco più avanti, e l’ho incrociata sempre a velocità elevata. Si parla davvero di centimetri che separano le auto e queste moto durante i loro sorpassi o i momenti in cui le si incrocia dal senso opposto. Purtroppo sembra le moto non siano concepite per stare dietro ad una macchina, ma provate un po’ a spiegarlo a quel povero ciclista…
Come sempre è davvero un peccato che per colpa di questi spiacevoli episodi che accadono ci rimetta l’immagine di quei motociclisti amanti del due ruote, che hanno una grande passione per la moto ma soprattutto sono rispettosi degl’altri utenti della strada.

mm

Mercoledì, 26 Agosto 2009

http://cavarzere.blogolandia.it/2009/08/26/motociclisti-pericolosi-sulle-nostre-strade/

Ma certo! Sono sempre e solo le solite eccezioni! Non bisogna fare di tutt’erba un fascio, non ci sono più le mezze stagioni e via dicendo.

E’ vero che ne va di mezzo la reputazione dei motocilcisti civili, ma quanti possono effettivamente essere considerati tali? Secondo me, in base alla mia esperienza quotidiana, veramente molto pochi. Sono loro le eccezioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...