Grazie mille!

Non lo faccio tutti i fine settimana, ma forse dovrei. Ebbene desidero ringraziare i “civilissimi” centauri che, con i rombi dei loro destrieri meccanici tutti i week-end mi rendono la vita impossibile  E’ una situazione semplicemente insopportabile. Ma tanto “una moto passa e va” …dice qualcuno, che male vuoi che faccia! E poi il rumore non uccide. Ebbene posso garantire che mentre la velocità uccide all’istante, il rumore ti logora e ti uccide un po’ alla volta. E’ un male molto più subdolo proprio perché non è immediato e quindi non è palese. E’ un male celato dai “Massì” , “Vabbè” ecc.

Io ripropongo la domanda a chi preferisce per propria comodità non porsela: siamo proprio sicuri che una moto passa e va e il problema non si pone? Non viene mai in mente a nessuno  che subito dopo quella moto che passa e va ne passa un’altra, e poi ancora un’altra, e poi ancora, all’infinito. Siamo sicuri che il rumore non uccida?

Ma è possibile che i centauri non si rendano conto di quanto può essere insopportabile il continuo ripetersi di rumori fastidiosissmi? E’ l’insensibilità della quale ho più volte parlato. Io non credo che sia cattiveria, semplicemente NON CAPISCONO, non ci arrivano. Alcuni non ci arrivano perché proprio non ci possono arrivare, non ne hanno i mezzi cerebrali. Altri non ci arrivano perché preferiscono non arrivarci. A supportare tutto ciò c’è il “branco”, il gruppo, i compagni, quelli che condividono la stessa passione, quelli che ti dicono che è giusto quello che fai, queli che ti dicono di non farti troppi scrupoli, quelli che permettono di isolarsi dal mondo reale per costruirne uno su misura nel quale i punti di vista sono comuni e condivisi. Un mondo nel quale ci si sente dire quello che fa più comodo, quello che si vuole sentire.

Ma fuori da quel gruppo che vive di due ruote c’è un mondo che non condivide gli stessi punti di vista, c’è un mondo infastidito da comportamenti ed atteggiamenti intollerabili. Possibile che non si possa usare il buon senso per trovare un modo per fare convivere questi due mondi? Il rispetto per gli altri: questo sconosciuto! C’è chi trova “Il canto del pompone” una melodia, c’è chi lo trova un rumore insopportabile. Secondo voi chi ha la peggio? Sempre e solo chi non ha alcun diritto di replica. Sempre e solo chi deve stare zitto e sopportare.

BASTA! NON SE NE PUO’ PIU’!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...