Facebook: ODIO le moto rumorose e puzzolenti!!

Per continuare la serie delle lamentele contro i centauri incivili che si levano dal web, desidero segnalare il seguente gruppo di discussione su Facbook:

ODIO le moto rumorose e puzzolenti!!

Non si tratta di persone indottrinate che per qualche incomprensibile motivo hanno ordito una congiura contro la categoria, bensì di persone civili che in maniera pacata e rispettosa (almeno la maggior parte) discutono sul problema.

Consiglio in modo particolare di leggere l’uscita di “Luca Peruzzi” (motociclista), che con la classe, l’eleganza e il rispetto che contraddistingue una certa categoria esprime il suo personale dissenso.

Oramai il paragone che molti centauri fanno tra il rombo del motore e la musica è un dato di fatto. Per loro è musica. E se lo è per loro, lo deve essere per tutti, o per lo meno gli altri devono comunque essere tolleranti, perchè… c’è la “passione”! Ah questa parola magica… la passione, la chiave di tutto. Il passepartout che permette qualunque cosa perché… c’è la passione. Un termine che ricorre frequentemente nei blog dedicati, ma chissà come mai, manca sempre un altro termine molto significativo: rispetto. Se la passione è la loro forza, il punto debole è senza dubbio proprio l’assoluta mancanza di rispetto, per le regole ma soprattutto per gli altri (intesi come non centauri).

Tornando al discorso musica, desidero solo esprimere il mio punto di vista. La moto stradale è, o dovrebbe essere un mezzo di locomozione. Uno strumento che consente la mobilità così come l’auto, la bicicletta ecc. Solo con caratteristiche diverse. Il rumore emesso dovrebbe essere quindi una semplice conseguenza “indesiderata”, un effetto collaterale, non certo uno strumento musicale. Sì perchè nell’ambiente (basta leggere qualche blog dedicato) c’è un vero e proprio culto del sound del motore (si veda per esempio Il canto del pompone). Questo è dal mio punto di vista assolutamente intollerabile. Viviamo in una società ormai schiava della tecnologia e dell’inquinamento acustico da essa prodotto. Mi rendo conto che è difficile farne a meno e che si debba accettare l’inevitabile. Ma creare del rumore (perfettamente evitabile) solo per piacere personale e farlo passare per musica.. no! Non c’è passione che tenga. E’ inquinamento acustico puro e semplice, una forma di egosimo e di inciviltà e di mancanza di rispetto per il prossimo. Perché, per chi non lo sapesse, è provato scientificamente: l’inquinamento acustico è dannoso per la salute e crearlo appositamente, in maniera gratutita, quando sarebbe evitabile è un crimine verso la società!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...